Cerimonia di inaugurazione dell’aula multimediale Cl@sse 3.0

WhatsApp Image 2018 03 15 at 07.56.21

Si è svolta oggi 14 marzo presso il nostro Istituto “A. Volta”, l’inaugurazione tanto attesa della nuova aula multimediale Cl@sse  3.0 che è stata dedicata a Michele Fazio, vittima innocente della criminalità organizzata.

La Dirigente scolastica prof.ssa Giovanna  Palmulli ha presenziato la cerimonia illustrando  il progetto che ha reso possibile la  realizzazione dell’aula destinata ad attività di formazione aperta a tutta la comunità bitontina.

L’aula è stata inaugurata con il taglio del nastro da parte di Lella e  Pinuccio Fazio, genitori del  giovane Michele.  Commossi hanno ringraziato  per  l’iniziativa di grande valore educativo  e  hanno ricordato, con un lungo abbraccio ai parenti della vittima presenti alla cerimonia,  la  signora Anna Rosa Tarantino, morta  di recente per mano della criminalità locale.

Alla cerimonia hanno partecipato  tra gli altri il consigliere del Comune di Bari Silvio Delle Foglie, il  monsignor Alberto D’Urso, i Comandanti  delle Forze dell’ordine del territorio e il responsabile del Presidio di Libera Vincenzo Brascia.

L'assessore del comune di Bitonto Gaetano De Palma,  rivolgendosi  agli studenti presenti  ha spiegato l'importanza di essere cittadini attivi,  invito rivolto anche dal responsabile dell'associazione Libera che ha esortato tutti a combattere la criminalità  partendo dal non finanziare più queste organizzazioni con l'acquisto illegale di droga.

Nel concludere la cerimonia   la signora  Lella Fazio ha salutato  gli studenti  della 3BIA che stanno realizzando un progetto in memoria del figlio, coordinati dalle Prof.sse Annamaria Facchini e Raffaella Moretti e che oggi hanno donato un disegno in memoria di Michele.

Con grande forza  e con  parole vibranti di coraggio, ha  mamma  ricordato la tragica storia della sua famiglia, il difficile cammino per l’elaborazione del lutto, la  lotta contro l’omertà  ma soprattutto la voglia di riscatto e di giustizia.

GUARDA TUTTE LE FOTO

LEGGI ARTICOLO SU DABITONTO