Settore Elettrico Terlizzi

INDIRIZZO "MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA" NEL SETTORE ELETTRICO 

L’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

L’identità dell’indirizzo è riferita ad attività professionali di manutenzione ed assistenza tecnica che si esplicano nelle diverse filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica, etc.) attraverso l’esercizio di competenze sviluppate ed integrate secondo le esigenze proprie del mondo produttivo e lavorativo del territorio.

Il percorso formativo si canalizza nell'istruzione Professionale, all’interno dell’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili”, questo comporta, infatti, l’offerta nei servizi di manutenzione e di assistenza tecnica sia di tipo decentrato, in grado cioè di raggiungere i clienti laddove essi si trovino e di assicurare, immediatamente e nel lungo periodo, l’efficienza dei dispositivi mediante interventi efficaci. Anche per questo è molto importante che le competenze acquisite dagli studenti vengano approfondite rispetto alla struttura funzionale dei dispositivi da manutenere ed estese in considerazione delle diverse tipologie di apparati e sistemi. Il manutentore, autonomo o dipendente, agisce infatti su dispositivi tecnologici industriali e commerciali che, progettati per un uso amichevole e facilitato, possono richiedere interventi specialistici di elevato livello per la loro messa a punto, manutenzione ordinaria, riparazione e dismissione.

 

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili”, deve essere in grado di:

  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente;
  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi;
  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi;
  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che lo coinvolgono;
  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento;
  • reperire e interpretare documentazione tecnica;assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi;
  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità;
  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche;
  • operare nella gestione dei sevizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

L’indirizzo, essendo inserito nel settore dell’istruzione professionale, prevede sia la possibilità di iscriversi al percorso breve (I.eF.P.) e conseguire, attraverso apposite convezioni sottoscritte dalla scuola con la Regione Puglia, la qualifica triennale Regionale di : OPERATORE ELETTRICO, sia la possibilità di frequentare il percorso quinquennale, Statale (I.P.).

In tal modo risultano armonizzate due esigenze:

- quella del conseguimento di una formazione Professionale, di soli 3 anni, spendibile immediatamente nel mercato del lavoro;

- quella di conseguire una cultura più organica, quinquennale, che permette di conseguire il Diploma di Stato e anche la possibilità di proseguire gli studi nei corsi di I.T.S. o negli studi universitari presso una qualsivoglia FACOLTÀ UNIVERSITARIA.

 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica” opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” consegue i risultati di apprendimento di seguito descritti in termini di competenze:

  1. Comprendere, interpretare e analizzare schemi di impianti.
  2. Utilizzare, attraverso la conoscenza e l’applicazione della normativa sulla sicurezza, strumenti e tecnologie specifiche.
  3. Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione.
  4. Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite.
  5. Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni dei sistemi e degli impianti .
  6. Garantire e certificare la messa a punto degli impianti e delle macchine a regola d’arte, collaborando alla fase di collaudo e installazione.
  7. Gestire le esigenze del committente, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficaci e economicamente correlati alle richieste.

La manutenzione e l’assistenza tecnica infine comportano una specifica etica del servizio, riferita alla sicurezza dei dispositivi, al risparmio energetico e ai danni prodotti all’ambiente dall’uso e dei dispositivi tecnologici e dai loro difetti di funzionamento, dallo smaltimento dei rifiuti e dei dispositivi dismessi.

Sbocchi professionali che si aprono al termine del percorso di studi

  1. Installatore e manutentore industriale nel settore elettromeccanico e termotecnico.
  2. Installatore di impianti elettrici civili ed industriali e/o manutentore di impianti meccanici, elettronici ed elettrotecnici in Aziende di settore.
  3. Può inserirsi nelle imprese private legate all'automazione, nell'industria  elettrica, come capo tecnico operatore.
  4. Può concorrere ad accedere nei ruoli dei pubblici servizi (Uffici pubblici, formazione professionale, scuola, corpi  militari ecc…).
  5. Esercitare la libera professione previa iscrizione all'albo.
  6. Può iscriversi alla Camera di Commercio come ditta installatrice individuale, previo praticantato secondo la normativa vigente.

 

Quadro orario di riferimento

ATTIVITA’ E INSEGNAMENTI DELL’AREA GENERALE COMUNI A TUTTI I PERCORSI

DISCIPLINE

ORE ANNUE
1° biennio 2° biennio 5 anno
1 2 3 4 5
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Storia 1 1 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Geografia generale ed economica 1  1
Diritto ed economia 2 2
Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia) 2 (2*) 2 (2*)
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione Cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale ore 21 20 15 15 15
ATTIVITA’ E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELL’AREA DI INDIRIZZO
DISCIPLINE Primo biennio Secondo Biennio 5°anno
1 2 3 4 5
Tecnologie e Tecniche di rappresentazione Grafica 3 3
Scienze Integrate (Fisica) 2  
           di cui in compresenza        2*
Scienze Integrate (Chimica) 2
          di cui in compresenza                      2*
Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione 2 (2*) 2 (2*)
Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni 5 5
Opzione “ Apparati Impianti e servizi Tecnici Industriali e Civili”
Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni 4 3 3
Tecnologie Meccaniche e Applicazioni 5 (2*) 4 (2*) 4 (2*)
Tecnologie Elettriche Elettroniche dell’Automazione e Applicazioni 5 (2*) 5 (2*) 3 (2*)
Tecnologie e Tecniche di Installazioni e Manutenzione di Apparati e Impianti Civili e Industriali 3 (2*) 5 (2*) 7 (2*)
Ore Totali 396 396 17 17 17
di cui in compresenza 12* 12* 6*